Metodo di lettura

  L’astrologia nasce dall’intenzione di utilizzare i segni che il cielo ci invia per individuare eventuali blocchi, sovrastrutture e credenze limitanti che interferiscono con il fluido svolgimento della nostra energia vitale. 

Mediante il tema natale potremo individuare i nostri punti deboli costituzionalmente e attraverso i transiti, le influenze planetarie del momento.
Impareremo a trarre dai quei segni planetari apparentemente negativi, la risorsa e il talento che essi contengono.
Pensiamo a Saturno definito dagli antichi “malefico”, poiché rappresentava un archetipo notoriamente fastidioso e “cattivo”.
Definito il signore del gelo, del freddo e della solitudine, sinonimo di blocco, freno, cristallizzazione, non lascia apparentemente prefigurare nulla di buono.
Chi di fronte a questi principi reagirebbe positivamente?
Eppure la luce di Saturno rappresenta l‘agente di crescita, senza questo principio non potremmo evolvere, egli è il potatore, colui che taglia i rami secchi e inutili e permette alla linfa della pianta di nutrire nuovi steli.
Tutti gli esseri umani vivono l’attaccamento, l’empatia come principi diffusi di vita, eppure Saturno ci insegna che nasciamo soli e moriamo soli.
Questa dura eppur ineluttabile legge sconvolge i più.
Il principio di Saturno verrà quindi rimosso dalla mente conscia e relegato nell’inconscio dove continuerà indisturbato la sua azione, questa volta più subdola perché collegata al meccanismo della proiezione.
Inizieranno ad accaderci nella vita fatti spiacevoli, situazioni che ci costringeranno a confrontarci con questo principio.
Se accetteremo di buon grado e con amore l’insegnamento Saturnino, verremo premiati con le qualità che gli sono note: distacco, responsabilità , serietà , solidità , evoluzione spirituale.
Ogni maestro ci vuole insegnare qualcosa e presenta sia una luce che un’ombra.
Accogliendolo con amore vivremo la sua luce, respingendolo con odio vivremo la sua ombra.
Su questo si fonda l’astrologia

 

 

 

 

 




  •